Riqualificazione centri storici, al via un percorso formativo per tecnici comunali

vitatrentina.it

I tecnici comunali sono chiamati non solo a compiti di controllo e verifica sulle concessioni edilizie e le procedure, ma anche a fornire a progettisti e ditte indirizzi e indicazioni relative agli interventi di abbellimento e riqualificazione. Daldoss: "Vogliamo affermare un concetto di bellezza ampio e armonico"

Riqualificazione dei centri storici: al via un percorso formativo per i tecnici comunali, promosso dalla provincia di Trento in collaborazione con il Consorzio dei Comuni Trentini e la step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio.

Il Piano straordinario per i centri storici varato dalla Giunta provinciale vedrà l'apertura il prossimo 2 maggio del bando, da 40 milioni di euro, per il rifacimento delle facciate dei centri storici.

Quali sono, in particolare, gli interventi che possono "fare belli" i nostri centri storici? Il recupero delle facciate, innanzitutto, ma anche il rifacimento delle tinteggiature, dei serramenti, la sistemazione delle pertinenze e delle coperture.

I tecnici comunali sono chiamati non solo a compiti di controllo e verifica sulle concessioni edilizie e le procedure, ma anche a fornire a progettisti e ditte indirizzi e indicazioni precise relativamente agli interventi di abbellimento e riqualificazione dei centri storici, dai materiali e colori impiegati per le facciate alle ristrutturazioni interne.

"Coinvolgendo i responsabili degli uffici tecnici comunali - spiega l'assessore Daldoss - ci prefiggiamo di innalzare il grado di cultura delle modalità di intervento all'interno dei centri storici. Vogliamo affermare un concetto di bellezza ampio e armonico”. (ascolta qui sotto)