Filosofia, natura e storia: le terre alte di Annibale Salsa

giornaletrentino.it

Trento. Da sempre appassionato studioso dei paesaggi alpini Annibale Salsa ha scelto lo Spazio Alpino SAT di Trento, in via Manci 57, per la presentazione del suo ultimo lavoro editoriale dal titolo “I paesaggi delle Alpi- Un viaggio nelle terre alte tra filosofia, natura e storia”(Saggine - Donzelli ed.).

Si tratta di una esplorazione analitica che condensa in un volumetto agile, quasi tascabile, una ricchissima occasione per spunti di riflessione stringenti sulla storia e sul destino delle terre alte.

Lo sguardo di Salsa sul mondo alpino, non è soltanto quello del viaggiatore curioso e colpito dalle fascinazioni che la montagna regala ha chi si prende il tempo e lo spazio di osservazione necessario. Salsa assembla l'attitudine dello studioso, a quella dell'esploratore, la visuale del filosofo a quella dello storico, la prospettiva dell'antropologo alla dimensione abitativa che da anni ha scelto per proseguire i suoi studi.

Solo muovendosi a piedi si comprende come i paesaggi delle Alpi siano l'esito di una continua interazione temporale tra l'uomo e lo spazio montano.

La tempesta Vaia, che si è abbattuta su Trentino, Veneto e Alto Adige, rende non solo attuale ma urgente una riflessione su come responsabilizzarsi sull'utilizzo delle risorse di un territorio fragile come quello alpino e su come conservarlo, permettendo a chi lo abita di continuare a farlo.

Questi i temi che oggi, giovedì 5 dicembre alle 17.30 allo Spazio Alpino SAT, saranno oggetto di una conversazione tra l'antropologo, la cui autorevolezza di analisi è ormai universalmente riconosciuta, coloro che hanno collaborato alla realizzazione del volume in Trentino School of Managment con Fondazione Museo Storico del Trentino e il pubblico.

La prefazione del volume è a cura di Gianluca Cepollaro e Alessandro de Bertolini.