Costituito il tavolo di coordinamento provinciale Dolomiti UNESCO

ufficiostampa.provincia.tn.it

L'assessore all'ambiente Mario Tonina è da qualche mese presidente della Fondazione Dolomiti UNESCO. Stamane, su sua proposta, la Giunta provinciale ha deliberato in merito alla costituzione di un Tavolo di coordinamento provinciale dedicato al Bene Naturale Patrimonio Mondiale che coinvolga le strutture dell'Amministrazione e gli enti strumentali competenti. Obiettivo del lavoro di gruppo, affinché possa esserci un coordinamento fortemente sinergico, è il perseguimento e l'attuazione, nel territorio provinciale, delle misure, azioni, progetti e iniziative di ambito sovra provinciale concordate e definite dalla Fondazione Dolomiti UNESCO. Il Tavolo, peraltro, coordinerà anche le iniziative, i progetti e le azioni che si realizzeranno a livello provinciale inerenti le Dolomiti UNESCO.

Sarà il rappresentante del Servizio sviluppo sostenibile e aree protette, Romano Stanchina, il responsabile del coordinamento del Tavolo di lavoro, a cui siederanno i rappresentanti di: Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente (APPA), Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia (APRIE), Servizio urbanistica e tutela del paesaggio, Servizio foreste e fauna, Servizio turismo e sport, Servizio trasporti pubblici, Ufficio stampa, Trentino marketing, Trentino School of Management e MuSe, Museo delle Scienze.

Alle riunioni del tavolo di coordinamento partecipa il direttore della Fondazione Dolomiti UNESCO (Marcella Morandini) o un suo delegato e possono essere convocati, quali membri aggiunti, un rappresentante della Società Alpinisti Tridentini (SAT), uno delle associazione ambientaliste ed uno del Consiglio delle autonomie locali e, a seconda delle esigenze, eventuali altre strutture provinciali o istituzioni del territorio. Il vicepresidente Tonina ha espresso il suo ringraziamento a Fabio Scalet, fino a poco tempo fa dirigente generale della Provincia, che ha raggiunto da poco l'età della pensione e alla dirigente Giuliana Cristoforetti, che ha seguito finora il tema, per il loro prezioso contributo dato all'evoluzione del progetto Dolomiti Unesco.