Formazione
Iscrizioni dal 23 ottobre 2018 Richiedi informazioni

''Paesaggi intonati: il colore, la luce e la materia'' - seconda edizione

7, 9, 10, 16, 17 e 23 novembre 2018

La formazione verrà realizzata presso:

la sede formativa di tsm-Trentino School of Management, via Giusti 40, Trento

il quartiere e le Gallerie di Piedicastello

il Centro di Formazione Professionale Enaip di Villazzano, via Asiago, 14, Trento 

Il colore e la luce, quali fattori costitutivi della percezione, sono componenti essenziali del paesaggio. La scelta del colore e della trama dei materiali negli interventi edilizi e di trasformazione, pur riguardando in genere modeste modificazioni strutturali, comporta effetti visivi e percettivi importanti, che possono porsi nella direzione della qualità del paesaggio, intonandosi al contesto nel quale si opera, oppure della distonia, producendo delle dissonanze. 

I materiali e il colore costituiscono dei ‘presìdi del paesaggio', caratterizzando in modo peculiare i diversi ambienti edificati. Ogni progetto di trasformazione con rilevanza paesaggistica richiede pertanto una attenta considerazione degli aspetti cromatici e materici in ragione delle ricadute percettive, simboliche e sociali prodotte. 

I tecnici e gli operatori che, con compiti e responsabilità diverse (funzionari, progettisti, artigiani) intervengono nel processo progettuale, autorizzativo, esecutivo, devono possedere un'adeguata conoscenza del tema per assicurare un utilizzo appropriato dei materiali, sapendo impiegare con competenza sia le tecniche tradizionali sia i nuovi prodotti.

Il percorso formativo Paesaggi intonati: il colore, la luce e la materia nasce in collaborazione con l'Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento - Pittori, fotografi e restauratori, l'ANCE Trento - Associazione Trentina dell'Edilizia, l'Alta Formazione Professionale ENAIP Trentino e la Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento.

Percorso formativo

La conoscenza necessaria alla scelta del colore e dei materiali di finitura deve essere combinata con il saper fare relativo alla messa in opera mediante tecniche funzionali alla qualità degli edifici, degli insiemi urbani e del paesaggio.

Il percorso prevede dei laboratori che alterneranno momenti di lezione frontale a momenti di applicazione pratica sui materiali e sulle diverse tecniche di realizzazione. 

Durante gli incontri verranno trattate la relazione tra i temi del colore, della luce e della materia, con un inquadramento storico e in riferimento al contesto architettonico e paesaggistico.

Competenze

Il corso intende promuovere la cultura della qualità paesaggistica focalizzandosi sui materiali e sulle tecniche del colore e della luce facendo interagire, in un processo circolare di apprendimento, competenze diverse. 
In relazione ai destinatari il corso si propone di:

  • qualificare la capacità di tecnici e funzionari di valutare gli effetti del colore e delle finiture degli edifici sulla qualità paesaggistica;
  • qualificare la capacità progettuale dei professionisti considerando i temi della luce e del colore come componenti fondamentali della qualità paesaggistica; 
  • qualificare la capacità di realizzazione degli artigiani quali primi ambasciatori sul territorio per la qualità paesaggistica;
  • sviluppare le competenze degli studenti delle scuole professionali quali futuri artigiani e tecnici, ponendo le basi per una nuova figura di artigiano-paesaggista sia per gli interventi contemporanei che per quelli di restauro. 

Coordinamento

Emiliano Leoni, Comitato Scientifico di step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio 
Bruno Zanon, DICAM-Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica, Università degli Studi di Trento, Presidente Comitato Scientifico di step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio.
Federica Guerra, organizzazione e coordinamento percorsi didattici di tsm-step Scuola per il governo del territorio e del paesaggio.

Destinatari

Il percorso si rivolge ad artigiani, tecnici e professionisti (in particolare funzionari, ingegneri e architetti). È inoltre rivolto a giovani studenti che diverranno artigiani e tecnici, ovvero figure professionali coerenti con le domande espresse dal territorio. Si prevede un numero massimo di 30 iscritticon una partecipazione bilanciata tra le diverse classi di destinatari (artigiani, professionisti, studenti).

Metodo formativo

La proposta si articola in 7 moduli che prevedono formazione in aula, visite sul territorio e laboratori applicativi. Durante i laboratori verranno alternati momenti di didattica frontale in aula a momenti di dimostrazione pratica. 

La durata complessiva del percorso è di 40 ore di formazione. L'attestato di frequenza verrà rilasciato ai partecipanti che abbiano frequentato almeno l'80% dell'intero percorso.

Articolazione e contenuti

I MODULO | Introduzione al percorso formativo 

mercoledì 7 novembre 2018 | 17.00-19.00 | tsm | via Giusti 40, Trento 

Saluti istituzionali e presentazione del percorso
Bruno Zanon, Presidente Comitato Scientifico di step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio
Franco Marzatico, dirigente Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento
Paolo Zanon, Vicepresidente provinciale Associazione Artigiani e Presidente delle Categorie
Stefano Debortoli, Presidente Pittori Edili e della Federazione Edilizia dell'Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
Mirto Benoni, Vicepresidente ANCE Trento, Associazione Trentina dell'Edilizia
Paola Coccia, direttrice Centro di Formazione Professionale Enaip, Villazzano

La materia, la luce, il colore nel paesaggio | 
Emiliano Leoni, Comitato Scientifico di step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio

Colori e tessiture, appunti di cantiere| Fabio Campolongo, Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento
 


II MODULO | Laboratorio “La riqualificazione del borgo di Piedicastello” 

venerdì 9 novembre 2018 | 9.00-13.00 – 14.00-17.00 

09.00–13.00 | Piedicastello, visita guidata
Gli strati dell'insediamento, gli strati degli edifici | Fabio Campolongo, Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento
Il progetto di riqualificazione di Piedicastello | Bruno Delaiti e Giuliano Stelzer, Comune di Trento

14.00–17.00 | Gallerie di Piedicastello
C'erano una volta i centri storici. Ripensare oggi il patrimonio edilizio esistente | Renato Bocchi, Università IUAV di Venezia 
 


III MODULO | Laboratorio “Il colore ed il paesaggio”

sabato 10 novembre 2018 | 8.30-12.30 – 13.30-17.30 | CFP Enaip, Villazzano 

Le realtà della luce colorano i paesaggi | Italo Bressan, artista, già docente di Pittura all'Accademia di Brera, Milano
I colori del paesaggio: un possibile approccio scientifico | Pietro Zennaro, Università IUAV, Venezia
I colori dei materiali | Danilo Balzan, Balzan e Filippi Progetti


IV MODULO | Laboratorio “I materiali della tradizione”

venerdì 16 novembre 2018 | 8.30-12.30 – 13.30-17.30 | CFP Enaip, Villazzano

I segreti e le conoscenze degli intonaci dai Romani ad oggi | Mauro Menaldo, esperto e consulente di intonaci per il restauro
La regola d'arte dall'esperienza nella stesura degli intonaci | Naldo Busato, istruttore per la formazione sull'intonaco tradizionale e storico
Fare oggi col sapere di ieri | Mauro Rossaro, Progetti
 


V MODULO | Laboratorio “I materiali dell'avvenire”

sabato 17 novembre 2018 | 8.30-12.30 – 13.30-17.30 | CFP Enaip, Villazzano

Fenomenologia e sistematica del colore e la loro applicazione sulle superfici | Antonio Romano, Consulente del Colore IACC/BEF
La tecnica a servizio dell'estetica | Stefano Debortoli, Presidente Pittori Edili e della Federazione Edilizia dell'Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
La regola d'arte nella ricerca di nuove finiture | Paolo Debortoli, Intodeb Snc
Nei colori del giorno | Luca Valentini, Studio X Architettura


VI MODULO | Laboratorio “I materiali del restauro”

venerdì 23 novembre 2018 | 8.30-12.30 | CFP Enaip, Villazzano

Il colore negli interventi di restauro | Barbara Tomasoni, OCRA Restauri, Presidente Federazione Artistico, Associazione Artigiani Trentino
Il rapporto fra ricerca dell'"unita'" e accettazione del "frammento" nel restauro | Alessandra Quendolo, DICAM-Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica, Università degli Studi di Trento


VII MODULO | “La conoscenza ed il restauro degli intonaci e delle superfici murarie esterne.”, Seminario aperto al pubblico

venerdì 23 novembre 2018 |14.00-17.00 

TEATRO del Centro di Formazione Professionale Enaip, Villazzano

Introduce e modera | Bruno Zanon, Presidente Comitato Scientifico di step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio

Un progetto per la conoscenza e il restauro degli intonaci e delle superfici murarie esterne del Trentino. Questioni di metodo e operative
Franco Marzatico, dirigente Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento
Fabio Campolongo Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento
Paola Coccia, direttrice Centro di Formazione Professionale Enaip, Villazzano
Emiliano Leoni, Comitato Scientifico di step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio 
Mauro Menaldo, esperto e consulente di intonaci per il restauro
Alessandra Quendolo, DICAM, Università degli Studi di Trento 
Barbara Tomasoni, Presidente Federazione Artistico, Associazione Artigiani Trentino

Costi e modalità di iscrizione

Per partecipare al corso occorre effettuare l'iscrizione on-line e versare la quota di partecipazione. Il gruppo di partecipanti sarà composto in base all'ordine di iscrizione. L'iscrizione si ritiene ultimata con il versamento della quota di partecipazione. 

Le iscrizioni sono aperte fino al raggiungimento di 30 partecipanti (artigiani e liberi professionisti) e in ogni caso fino a una settimana prima dell'inizio del percorso. Nel caso in cui le domande superino il numero di posti disponibili sarà progettata una seconda edizione del percorso.

La quota di iscrizione al corso a carico del partecipante (artigiani e liberi professionisti) ammonta a 200 euro. La quota comprende: il materiale didattico ed i costi relativi ai laboratori. 

Il pagamento della quota di iscrizione deve essere effettuato tramite bonifico bancario intestato a tsm-Trentino School of Management presso la:

Cassa Centrale Banca – Credito Cooperativo del Nord Est – Sede di Trento
Via Segantini, 51 – 38122 Trento
Conto Corrente: 000000115177
IBAN IT76 U035 9901 8000 0000 0115 177

Riferimento: step Paesaggi intonati: il colore, la luce e la materia

Ulteriori informazioni

Testi ed immagini

I materiali didattici saranno raccolti ed elaborati da Cesare Benedetti, pianificatore, collaboratore tsm-step Scuola per il governo del territorio e del paesaggio.

L'analisi fotografica del percorso sarà a cura di Corrado Poli, Maestro Artigiano Fotografo.

Materiali e allestimenti

I materiali di supporto e gli allestimenti dei laboratori saranno a cura del direttivo di categoria Pittori Edili dell'Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento. 

Il supporto all'attività dei laboratori è a cura dell'Alta Formazione Professionale e del Polo costruzioni del Centro di Formazione Professionale Enaip di Villazzano.

In collaborazione con

Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento
Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
ANCE Trento - Associazione Trentina dell'Edilizia 
Alta Formazione Professionale ENAIP Trentino
Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Trento
Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trento 
Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento

Crediti formativi e professionali

Architetti: 20 CFP
Geometri: 40 CFP
Ingegneri: 40 CFP
Periti Industriali/Periti Industriali laureati: 40 CFP

Riserva

La tsm-Trentino School of Management si riserva la facoltà di rinviare o annullare il percorso dandone comunicazione ai partecipanti entro 3 giorni lavorativi prima della data di inizio corso e provvedendo al rimborso dell'importo ricevuto senza ulteriori oneri. La tsm-Trentino School of Management si riserva inoltre la facoltà, per esigenze organizzative, di modificare il programma, modificare la sede del corso e/o di sostituire i docenti indicati con altri docenti di pari livello professionale.

Documenti disponibili