Formazione

Paesaggi di legno. Ricomporre processi naturali e progetto di luoghi (II edizione)

3 aprile - 6 giugno 2020

La prima giornata d'aula si tiene presso la sede di tsm-Trentino School of Management, in via Giusti 40 a Trento

Le visite sul territorio in Trentino prevedono lo spostamento in pullman

Il laboratorio progettuale si terrà Centro di Formazione Professionale Enaip- via Asiago, 14- Villazzano

Nel 2018 la tsm-step Scuola per il governo del territorio e del paesaggio ha avviato un percorso di riflessione sul tema del legno, uno dei materiali più antichi nella storia delle costruzioni e, allo stesso tempo, uno dei più moderni, se utilizzato in modo consapevole. Pur essendo ancora largamente ancorato alle immagini tradizionali del materiale naturale, il legno ha visto una rapida evoluzione, grazie all'impiego di nuove tecnologie e alla disponibilità di prodotti innovativi. La decomposizione della materia e la sua ricostituzione in laminati e materiali compositi lo hanno reso tecnicamente flessibile e formalmente sagomabile, diventando un materiale da costruzione senza limiti di forma e di dimensioni, che sostiene anche concetti progettuali di geometria astratta.

Il legno pone, però, dei problemi, sia in relazione al recupero delle strutture antiche sia relativamente alla valorizzazione delle componenti edilizie che, sempre più spesso, vengono realizzate con materiali di altra natura. Inoltre, la trasformazione tecnologica del materiale ha sostenuto la libertà compositiva ma richiede una profonda conoscenza della materia e dei processi tecnologici e sollecita una riflessione sul senso del progetto basato sui nuovi elementi per l'edilizia.

Il percorso Paesaggi di legno. Ricomporre processi naturali e progetto di luoghi (II edizione) intende connettere le diverse fasi e le diverse scale coinvolte dalla materia legno, dalla coltivazione del bosco, alla lavorazione primaria, per giungere al progetto di oggetti d'uso, di elementi di arredo, di componenti edilizie, di interi edifici e grandi strutture. A tale fine devono esse coinvolte diverse professionalità, sostenendo un processo di apprendimento fondato sullo scambio delle conoscenze e delle esperienze.

Percorso formativo

Il progetto riprende l'esperienza realizzata nel 2019 centrata sulla conoscenza dell'uso del legno nella tradizione alpina, sui processi di innovazione della materia e del suo utilizzo, sulla combinazione di aspetti teorici con il saper fare degli operatori.

Il percorso si struttura in 2 fasi.

La prima, della durata di 3 giornate, prevede l'avvio del percorso e tre “esplorazioni” sui territori durante i quali si alternano momenti di aula, visite ad aziende e edifici, consentendo una esperienza diretta dei materiali, dei processi produttivi, dei percorsi di ideazione ed esecuzione delle opere. La presenza di figure professionali diverse consentirà un proficuo scambio di competenze. Gli incontri sui territori coinvolgeranno testimoni portatori di saperi locali e competenze specifiche relative al comparto del legno.

La seconda fase è di carattere laboratoriale e prevede un workshop progettuale sull'utilizzo del legno come materiale architettonico e strutturale. Il workshop, è in collaborazione con la Cattedra di progettazione strutturale del Dipartimento di Architettura, Politecnico federale di Zurigo (ETH- Eidgenössische Technische Hochschule Zürich). L'attività sarà svolta all'ENAIP.

Competenze

Le conoscenze necessarie alla scelta del materiale da costruzione in base alle qualità tecnologiche e alle esigenze progettuali di oggetti di dimensioni e funzioni differenti devono essere combinate con il saper fare relativo alla messa in opera mediante tecniche coerenti con la qualità attesa degli edifici, degli insiemi urbani e del paesaggio. Il corso intende promuovere la cultura della qualità paesaggistica focalizzandosi sulle forme, sui materiali e sulle tecniche del legno facendo interagire, in un processo circolare di apprendimento, competenze diverse.

In relazione ai destinatari, il corso si propone di:

  • qualificare la capacità di tecnici e funzionari di valutare gli effetti dell'uso del legno sulla qualità del progetto e del paesaggio;
  • qualificare la capacità progettuale dei professionisti, dei tecnici e degli artigiani considerando i temi della concezione e delle forme dei manufatti lignei come componenti fondamentali della qualità del paesaggio;
  • sviluppare le competenze degli studenti delle scuole professionali quali futuri artigiani e tecnici, ponendo le basi per una nuova figura di artigiano-paesaggista sia per gli interventi contemporanei che per quelli di restauro.

Coordinamento

Emiliano Leoni, ingegnere, Presidente CITRAC-Circolo Trentino per l'Architettura Contemporanea

Bruno Zanon, Comitato Scientifico di step Scuola per il governo del territorio e del paesaggio

Umberto Anesi, organizzazione percorsi didattici di tsm|step Scuola per il governo del territorio e del paesaggio

Destinatari

Il percorso si rivolge a tecnici e professionisti (agronomi, architetti e ingegneri), artigiani, funzionari del sistema pubblico. È inoltre rivolto a giovani studenti che diverranno artigiani e tecnici, ovvero figure professionali coerenti con le domande espresse dal territorio.

Si prevede un numero massimo di 40 iscritti con una partecipazione bilanciata tra le diverse classi di destinatari.

Metodo formativo

La proposta si articola in 2 fasi, la prima in cui si alternano momenti d'aula a visite sul territorio, e la seconda in cui si propone un workshop progettuale e laboratoriale. Si richiede disponibilità a muoversi in pullman, condividendo momenti di scambio informale, per accedere ai diversi luoghi di visita.

La durata complessiva del percorso è di 44 ore di formazione. L'attestato di frequenza verrà rilasciato ai partecipanti che abbiano frequentato almeno il 80% dell'intero percorso.

Articolazione e contenuti

PRIMA FASE | FORMAZIONE IN AULA E VISITE SUL TERRITORIO

INTRODUZIONE AL PERCORSO FORMATIVO

3 aprile 2020
AULA | 9.00 - 13.00 | tsm-Trentino School of management (Via Giusti 40, Trento)

Saluti istituzionali e presentazione del percorso
Bruno Zanon, Comitato Scientifico step Scuola per il governo del territorio e del paesaggio
Emiliano Leoni, ingegnere, Presidente CITRAC-Circolo Trentino per l'Architettura Contemporanea
Fabio Campolongo, Soprintendenza per i beni culturali, Provincia autonoma di Trento

Le radici dei boschi
Mario Cerato, dottore forestale, esperto di storia del territorio montano

L'architettura degli alberi
Michel Carlana, Architetto PhD, Carlana Mezzalira Pentimalli

Le cose che facciamo con il legno
Esperienze raccontate da professionisti che hanno partecipato alla prima edizione del corso

VISITE | 14.00-18.00 | Cavedine (Trento)

Visita a processi ideativi e produttivi con il legno. L'esperienza nei pannelli e nei serramenti
Silvio Pedrotti, ESSEPI

   


MONTAGNA, LEGNO E PROGETTO DI ARCHITETTURA

8 maggio 2020
Ore 7.30 | Ritrovo presso il parcheggio Piazzale Zuffo e partenza
AULA | 9.00-13.00 |Val di Sole (Terzolas, “La Torraccia” Centro Studi Val di Sole)

Il Centro Studi Val di Sole
Marcello Liboni, Presidente, Centro Studi Val di Sole

Vivere la montagna
Annibale Salsa, Antropologo e Presidente Comitato scientifico, step Scuola per il governo del territorio e del paesaggio

L'architettura rurale nelle valli di Pejo e Rabbi
Guido Moretti, Ingegnere e progettista, Studio Moretti

La gestione forestale come driver di sviluppo della filiera legno
Federico Giuliani, Presidente Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Trento

VISITE | 14.00-18.00 | Val di Rabbi e Val di Non | VISITE

Viste ai masi di Rabbi (Loc. San Bernardo e Piazzola)
Guido Moretti, Ingegnere e progettista, Studio Moretti

Casa sociale di Caltron a Cles
Mirko Franzoso, Architetto

  


LEGNO, ARCHITETTURA E SPAZIO ALPINO IN PRIMIERO

22 maggio 2020
Ore 7.30 | Ritrovo presso il parcheggio Piazzale Zuffo e partenza
AULA | 9.00-13.00 | Palazzo delle Miniere | Fiera di Primiero

Il legno nell'architettura alpina e la tradizione del nuovo: opere dello Studio Architetti Associati Schweizer-Piazzetta
Maria Grazia Piazzetta, architetto
Alessandro Franceschini, architetto e urbanista

Memorie ed esperienze nel recupero dell'architettura in legno
Nicola Chiavarelli, architetto

Il legno come atto sociale
Andrea Simon, Associazione Camposaz
Giacomo Longo, Studio Mimeus

VISITE | 14.00-18.00 | Primiero

Visita alle opere di Nicola Chiavarelli
Nicola Chiavarelli, architetto

Visita alle opere di Piazzetta e Schweizer
Maria Grazia Piazzetta, architetto
Alessandro Franceschini, architetto e urbanista

Visita alle opere di Camposaz e Studio Mimeus
Andrea Simon, Associazione Camposaz
Giacomo Longo, Studio Mimeus

Palazzo Someda (Transacqua)
Fabio Campolongo, Soprintendenza per i beni culturali, Provincia autonoma di Trento
Nicola Chiavarelli, architetto

 

SECONDA FASE | LABORATORIO APPLICATIVO

3 giugno 2020
Preliminare al laboratorio sarà la lectio magistralis extra percorso formativo tenuta dal prof. Joseph Schwartz dell'ETH di Zurigo
17.00-19.00 | Aula Magna | tsm-Trentino School of Management | via Giusti 40, Trento

Integration of form and structure in timber architecture | L'integrazione tra forma e struttura nei progetti architettonici con il legno
Prof. Joseph Schwartz, Cattedra di Progettazione Strutturale, Dipartimento di Architettura, ETH Zurigo

Introduce e modera
Prof. Maurizio Piazza, Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Meccanica, Università di Trento

 


LABORATORIO: IL LEGNO COME MATERIALE ARCHITETTONICO E STRUTTURALE

4-5-6 giugno
9.00 - 18.00 | ENAIP (Villazzano) | LABORATORIO

Laboratorio applicativo sull'uso del legno come materiale architettonico e strutturale.
In collaborazione con la Cattedra di Progettazione Strutturale del Prof. Joseph Schwartz (Dipartimento di Architettura, ETH Zurigo).

Il laboratorio combina momenti di docenza frontale (Integrazione forma-struttura, statica grafica, progettazione dei giunti legno-legno) con momenti applicativi in laboratorio (creazione di giunti legno-legno, con relativo assemblaggio).

Dopo un'introduzione sulla progettazione architettonica e strutturale con il materiale legno, si approfondiranno il tema del taglio e dell'assemblaggio di piccoli elementi in legno con strumenti manuali.

Costi e modalità di iscrizione

Per partecipare al corso occorre effettuare l'iscrizione on-line e versare la quota di adesione. Il gruppo di partecipanti sarà composto in base all'ordine di iscrizione. L'iscrizione si ritiene ultimata con il versamento della quota di partecipazione.

Le iscrizioni sono aperte fino al raggiungimento di 40 partecipanti e in ogni caso fino a una settimana prima dell'inizio del percorso. Nel caso in cui le domande superino il numero di posti disponibili sarà progettata una seconda edizione del percorso.

La quota di iscrizione al corso a carico del partecipante (liberi professionisti, tecnici, artigiani) ammonta a 200 euro. La quota comprende il materiale didattico ed i costi di vitto e trasporto durante le visite e i laboratori.

Il pagamento della quota di iscrizione deve essere effettuato tramite bonifico bancario intestato a tsm Trentino School of Management presso:

Cassa Centrale Banca – Credito Cooperativo del Nord Est – Sede di Trento
Via Segantini, 51 – 38122 Trento
Conto Corrente: 000000115177
IBAN IT76 U035 9901 8000 0000 0115 177
Riferimento: step. Paesaggi di legno

Ulteriori informazioni

In collaborazione con

Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
ANCE Trento Associazione Trentina dell'Edilizia
Alta Formazione Professionale ENAIP Trentino
CNR IBE Istituto per la Bioeconomia
Cattedra di Progettazione Strutturale, Istituto di Tecnologia in Architettura, Dipartimento di Architettura, ETH Zurigo

CREDITI FORMATIVI E PROFESSIONALI
Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Trento - 20 CFP
Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Trento - 5,5 CFP
Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Trento - in fase di accreditamento

RISERVA
La tsm Trentino School of Management si riserva la facoltà di rinviare o annullare il percorso dandone comunicazione ai partecipanti entro 3 giorni lavorativi prima della data di inizio corso e provvedendo al rimborso dell'importo ricevuto senza ulteriori oneri. La tsm Trentino School of Management si riserva inoltre la facoltà, per esigenze organizzative, di modificare il programma, modificare la sede del corso e/o di sostituire i docenti indicati con altri docenti di pari livello professionale.