<div class="div_logo_tsm col span_4_of_4"> <a href="http://www.tsm.tn.it/" target="_blank"> <img class="logo_tsm" src="https://step.tsm.tn.it/fileadmin/tsm_step/templates/images/2019_logo_tsm.png" alt="tsm- Trentino School of Management" width="255" height="57" /> </a> <div class="logo xprint"> <img src="https://step.tsm.tn.it/fileadmin/tsm_step/templates/images/logo_small.png" border="0" alt="" /> </div><!-- logo --> </div> <div id="access" class="bg_blue"><title><div class="top_contact top_ar" style="right: 154%; width: 150px;"> <a href="https://agilex.tsm.tn.it/" target="_blank" title="Area riservata">Area riservata</a> </div><!-- top_contact --> <div class="top_contact"> <a href="/contatti" target="_self" title="Tutti i contatti SMTC">Contatti</a> </div><!-- top_contact --><ul><li class="normale"><a href="https://step.tsm.tn.it/formazione-2/affordance-ed-evoluzione-dei-comportamenti-nei-territori-dolomitici?a=0&size=0&cHash=e43dbd1e0e1e144bc47b1d1b3e1d6458" title="Versione Originale" rel="nofollow">versione<br /> originale</a></li><li class="acc_meno1"><a href="https://step.tsm.tn.it/formazione-2/affordance-ed-evoluzione-dei-comportamenti-nei-territori-dolomitici?a=1&size=-1&cHash=e43dbd1e0e1e144bc47b1d1b3e1d6458" title="Testo Diminuito" rel="nofollow">[A]</a></li><li class="acc_0"><a href="https://step.tsm.tn.it/formazione-2/affordance-ed-evoluzione-dei-comportamenti-nei-territori-dolomitici?a=1&size=0&cHash=e43dbd1e0e1e144bc47b1d1b3e1d6458" title="Testo Originale" rel="nofollow">[A]</a></li><li class="acc_piu1"><a href="https://step.tsm.tn.it/formazione-2/affordance-ed-evoluzione-dei-comportamenti-nei-territori-dolomitici?a=1&size=1&cHash=e43dbd1e0e1e144bc47b1d1b3e1d6458" title="Testo Aumentato" rel="nofollow">[A]</a></li><li class="contrasto"><a href="https://step.tsm.tn.it/formazione-2/affordance-ed-evoluzione-dei-comportamenti-nei-territori-dolomitici?a=1&size=0&cHash=e43dbd1e0e1e144bc47b1d1b3e1d6458&dark=1" title="Versione Alto contrasto" rel="nofollow">[Dark] </a></li></ul>
<div class="unicoid"> <div class="center"><title>
Formazione

Affordance ed evoluzione dei comportamenti nei territori dolomitici

La ricerca è svolta all'interno delle attività della Rete della formazione e della ricerca Fondazione Dolomiti Unesco e si concluderà al 31/12/2017 con la stesura di un report finale. La fase sperimentale è prevista nel secondo semestre.

Azione, risonanza, appartenenza nel rapporto tra popolazione e paesaggio dolomitico. Un'analisi del vissuto dei paesaggi montani attraverso le applicazioni delle neuroscienze cognitive.

Obiettivi

A partire dai risultati della ricerca sull'empatia dei paesaggi dolomitici, il progetto intende studiare il rapporto tra corpo-cervello-mente e contesti ecologici e spaziali nell'emergere della fenomenologia del paesaggio.

L'approccio neurofenomenologico può contribuire a riconoscere gli antecedenti del processo di traduzione simbolica con cui gli esseri umani generano la narrazione dell'esperienza paesaggistica.

La traduzione dei luoghi in paesaggio è un'ipotesi esplorata da tempo. Alcune recenti indicazioni provenienti dalle neuroscienze autorizzano ad ipotizzare l'esistenza di dimensioni antecedenti al processo di traduzione simbolica che riguardano i modi con cui si esprime la risonanza incarnata tra soggetto e mondo. La comprensione dei processi di risonanza richiede la considerazione del sistema motorio e del movimento e, quindi, dell'embodied cognition.

L'analisi, quindi, esplora gli antecedenti della traduzione in significato. L'interesse della ricerca è ciò che accade nell'accoppiamento strutturale tra mente e mondo, in cui la combinazione tra azione e percezione propone al pensiero di cogliersi nella sua dimensione di sistema motorio che esprime forme linguistiche, trasformando i luoghi in narrazioni.

Articolazione e contenuti

All'esperienza estetica della percezione e della creazione di significati del paesaggio concorrono almeno cinque fattori:

  • un creatore (un artista o un modellatore di paesaggio);
  • un'entità naturale o un'opera dell'uomo (fatta ad arte); 
  • un fruitore;
  • un ascoltatore della narrazione dell'esperienza del fruitore;
  • una narrazione.


In questo circuito è possibile cogliere, attraverso la verbalizzazione narrativa dell'esperienza motoria i criteri di azione, di risonanza e di appartenenza al paesaggio.

Attraverso il lavoro sperimentale con un gruppo differenziato di soggetti in situazione si procederà alla verifica dell'interdipendenza tra l'esposizione e le reazioni del sistema motorio di fronte a luoghi definiti propri dei contesti dolomitici, unitamente all'analisi linguistica delle narrazioni conseguenti all'esperienza attraverso l'esame semantico del contenuto. Scopo dell'analisi è verificare se l'esposizione sinestetica aumenta o diminuisce l'attivazione emozionale di fruizione.

Implicazioni di diverso tipo (analitiche, conoscitive, educative, progettuali) mirano a verificare i limiti di una concezione della vivibilità del paesaggio centrata esclusivamente sulla visione, per evidenziare l'incidenza del sistema sensorimotorio.