Formazione

Paesaggio e infrastrutture

19 febbraio, 20 marzo, 9 aprile e 15 maggio 2014
tsm-Trentino School of Management (aula magna)- Via Giusti, 40- TrentoVedi mappa

Il paesaggio è stato spesso considerato nella progettazione, nella costruzione e nella gestione delle infrastrutture viarie come elemento accessorio, un mero adempimento burocratico che, in appendice al processo di realizzazione, cerca di limitare l'impatto delle opere. Il Piano Urbanistico Provinciale (PUP) individua nel paesaggio un elemento fondamentale per l'elaborazione di strategie capaci di valorizzare le specificità sociali, culturali, economiche e ambientali. Il paesaggio, quindi, è considerato un elemento costitutivo dell'identità locale e una risorsa per la pianificazione e il governo del territorio. Gli indirizzi forniti dal PUP invitano all'abbandono dell'impostazione tradizionale nella progettazione delle infrastrutture viarie al fine di garantire esiti progettuali e realizzativi compatibili con il pregio del territorio trentino e con forme di sviluppo sostenibile.
Il percorso intende fornire alcune conoscenze necessarie alla costruzione di un linguaggio comune tra diversi attori dell'amministrazione che svolgono un ruolo di committenza tecnica, di progettazione e di autorizzazione paesaggistico-ambientale nel campo delle infrastrutture destinate alla mobilità. 

Percorso formativo

Il percorso prevede tre fasi tra loro sovrapposte e strettamente interconnesse:

  • Esperienze. Attraverso alcune esperienze significative, riconducibili per analogia o differenza alla realtà trentina, verrà approfondita l'efficacia degli approcci progettuali e gestionali più attenti al tema del paesaggio. Verranno illustrate soluzioni, architettoniche, ingegneristiche, di progettazione e gestione del verde, utili a supportare e indirizzare le attività che i partecipanti svolgono all'interno delle loro amministrazioni (scelta dei tracciati, delle modalità di mascheramento e mitigazione non solo visiva, della caratterizzazione architettonica dei manufatti, del rapporto con gli elementi naturali e in particolare dei corsi d'acqua e delle aree protette).
  • Linguaggi. Il paesaggio è un elemento fondamentale per la progettazione e la realizzazione delle infrastrutture di mobilità. Quello della committenza è un ruolo fondamentale affinché le trasformazioni del territorio sappiano interpretare gli obiettivi di qualità paesaggistica, territoriale e ambientale.
  • Talks. Al termine di ogni sessione ed alla fine del percorso sono previsti momenti dedicati in cui i partecipanti saranno invitati a confrontarsi tra di loro e con i relatori.

Competenze

Le competenze che il percorso si propone di sostenere sono:

  • Riconoscere il paesaggio in quanto valore condiviso e riferimento per la progettazione delle infrastrutture di viabilità.
  • Integrare conoscenze di carattere generale e competenze di carattere tecnico relative alla progettazione e alla realizzazione delle infrastrutture viarie.
  • Costruire un linguaggio comune e coerente con le scelte del PUP sulla relazione tra paesaggio e costruzione delle infrastrutture.

Destinatari

Il percorso è rivolto al personale tecnico dell'Amministrazione Provinciale e del sistema pubblico allargato impegnato nelle attività di progettazione, di realizzazione e di gestione delle opere di infrastrutturazione e delle reti infrastrutturali. 

Articolazione e contenuti

Il percorso è strutturato in quattro incontri e favorisce un approccio che integra la riflessione teorica con contenuti tecnici. È inoltre prevista una visita di studio e un incontro interamente dedicato alla valutazione dell'esperienza, allo scambio e al confronto tra i partecipanti e il gruppo docente sui principali temi emersi durante il percorso.

Introduzione. Paesaggio e infrastrutture 

16 gennaio 2014 | ore 9.00 – 13.00

Il concetto di paesaggio e il rapporto con le infrastrutture della mobilità (1hh)
Giorgio Tecilla, Provincia autonoma di Trento, Segretario del Forum Osservatorio del paesaggio

Mobilità sostenibile e strategie della Provincia autonoma di Trento (1hh)
Luciano Martorano, Provincia autonoma di Trento, dirigente Servizio Opere stradali e ferroviarie

La progettazione stradale e il rapporto tra infrastruttura e contesto (2hh) 
Raffaele Mauro, Università degli Studi di Trento

Strade e paesaggio 

19 febbraio 2014 | ore 9.00 – 13.00

Il paesaggio della strada, la strada come paesaggio. Evoluzione storica della progettazione paesaggistica delle infrastrutture (2hh) 
Emanuela Morelli, Università degli Studi di Firenze 

Esperienze: l'autostrada della valle del Rodano in Svizzera (2hh) 
Bernard Schwéry, BerSch Consulting

Il verde nella progettazione delle infrastrutture stradali

20 marzo 2014 | ore 9.00 – 13.00

Qualità del verde nei paesaggi delle infrastrutture (2hh)
Fabrizio Fronza, Provincia autonoma di Trento, European tree Technician, Servizio Conservazione della natura e valorizzazione ambientale

Tecniche di ingegneria naturalistica nella progettazione delle infrastrutture (2hh)
Florin Florineth, University of Natural Resources and Life Sciences, Vienna

PIANIFICAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE DI MOBILITÀ: l'esperienza del Tirolo 

9 aprile 2014 | ore 9.00 – 13.00

Infrastrutture e Paesaggio (2hh)
Giulio Andreolli, Giulio Andreolli Studio

Nuove infrastrutture nel paesaggio alpino e mitteleuropeo (2hh)
Jakob Grohmann, Studio RaumUmwelt - Vienna
Felix Sternath, Studio RaumUmwelt - Vienna
Ronald Patscheider, Ingenieure Patscheider & Partner GmbH

Talks

15 maggio 2014 | ore 16.00 – 19.00

Lo studio architettonico paesaggistico nel progetto di opere infrastrutturali: alcuni significative realizzazioni nel territorio alpino (2hh)
Cesare Micheletti, architetto paesaggista, consulente per la candidatura Dolomiti UNESCO

Confronto tra partecipanti, docenti e organizzatori sul rapporto tra paesaggio ed infrastrutture di viabilità

Costi e modalità di iscrizione

Gli interessati, devono confermare la loro partecipazione entro il 10 gennaio 2014 tramite email all'indirizzo step@tsm.tn.it. Si ricorda che il percorso è rivolto al personale tecnico dell'Amministrazione della Provincia autonoma di Trento e del sistema pubblico allargato impegnato nelle attività di progettazione, di realizzazione e di gestione delle opere di infrastrutturazione e delle reti infrastrutturali.