Formazione

Paesaggi utopici

da gennaio a novembre 2017

Sono trascorsi 500 anni dalla pubblicazione dell'Utopia di Tommaso Moro, ma il termine inventato per il titolo di quel libro indica un insieme di aspirazioni umane ben più antiche, fondate sulla capacità di immaginare paesaggi in cui vivere bene. Il progetto propone la costruzione di un dispositivo didattico sull'educazione al paesaggio centrato sull'immaginazione di spazi di vita del futuro mettendo in tensione “senso di realtà” e “senso di possibilità”. Uno sfidante gioco, partecipato e democratico, per costruire paesaggi. 

Dalla valutazione e verifica del progetto sarà costruito un “Laboratorio” (che diverrà parte integrante dell'offerta formativa per le scuole) centrato su un “gioco di simulazione” sull'utopia, concepito per introdurre alla comprensione della dimensione sociale e politica delle trasformazioni del paesaggio, evidenziando la natura per eccellenza interdisciplinare di questo concetto: osservando gli effetti delle proprie scelte sullo stesso ambiente di riferimento insieme e seguendo regole del gioco, che permetteranno di distinguere le scelte “private” da quelle “pubbliche”, i partecipanti vedranno emergere sotto i propri occhi alcuni tratti del paesaggio utopico che saranno capaci di immaginare e di concordare.

Coordinamento

Le attività di ricerca, progettazione e sperimentazione sono svolte all'interno di gruppo di lavoro interdisciplinare costituito dalla step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio e dal MUSE e impegnato nella progettazione e gestione di iniziative didattiche sul paesaggio. Il progetto è coordinato da Luca Mori. 

Destinatari

Alunni e docenti della scuola Primaria (IV - V anno) e della Scuola Secondaria di Primo Grado e di Secondo Grado. 

Articolazione e contenuti

Il progetto si articola nella logica della ricerca-formazione-intervento in quattro fasi:

Ricerca. Studio e analisi delle modalità attraverso cui gli alunni esprimono le proprie utopie rispetto ai paesaggi del futuro. 

Progettazione di un dispositivo didattico che valorizza la dimensione del gioco partecipativo in cui gli allievi sono chiamati a immaginare un paesaggio utopico, seguendo specifiche regole e osservando le conseguenze delle proprie azioni. I partecipanti dovranno argomentare le proprie scelte individuali, che saranno votate dalla "comunità". 

Sperimentazione del dispositivo didattico con docenti e allievi. Sono previsti almeno due momenti di sperimentazione il primo con i docenti e il secondo con gli alunni a cui sarà chiesto di immaginare i paesaggi caratterizzati da un'alta vivibilità. 

Valutazione dell'attività svolta e presentazione pubblica dei risultati ai docenti. Progettazione di un Laboratorio sui paesaggi utopici da proporre alle scuole. 

Ulteriori informazioni

Il progetto ha una durata di dieci mesi da gennaio a novembre 2017. 

La fase di ricerca e progettazione è prevista tra gennaio e aprile. La fase sperimentale e di valutazione è prevista tra aprile e novembre.