<div class="div_logo_tsm col span_4_of_4"> <a href="http://www.tsm.tn.it/" target="_blank"> <img class="logo_tsm" src="https://step.tsm.tn.it/fileadmin/tsm_step/templates/images/2019_logo_tsm.png" alt="tsm- Trentino School of Management" width="255" height="57" /> </a> <div class="logo xprint"> <img src="https://step.tsm.tn.it/fileadmin/tsm_step/templates/images/logo_small.png" border="0" alt="" /> </div><!-- logo --> </div> <div id="access" class="bg_blue"><title><div class="top_contact top_ar" style="right: 154%; width: 150px;"> <a href="https://agilex.tsm.tn.it/" target="_blank" title="Area riservata">Area riservata</a> </div><!-- top_contact --> <div class="top_contact"> <a href="/contatti" target="_self" title="Tutti i contatti SMTC">Contatti</a> </div><!-- top_contact --><ul><li class="normale"><a href="https://step.tsm.tn.it/eventi/la-fotografia-e-il-paesaggio?a=0&size=1&cHash=9c1f700cd9e9d6fa0552b95a80ba1e9c" title="Versione Originale" rel="nofollow">versione<br /> originale</a></li><li class="acc_meno1"><a href="https://step.tsm.tn.it/eventi/la-fotografia-e-il-paesaggio?a=1&size=-1&cHash=9c1f700cd9e9d6fa0552b95a80ba1e9c" title="Testo Diminuito" rel="nofollow">[A]</a></li><li class="acc_0"><a href="https://step.tsm.tn.it/eventi/la-fotografia-e-il-paesaggio?a=1&size=0&cHash=9c1f700cd9e9d6fa0552b95a80ba1e9c" title="Testo Originale" rel="nofollow">[A]</a></li><li class="acc_piu1"><a href="https://step.tsm.tn.it/eventi/la-fotografia-e-il-paesaggio?a=1&size=1&cHash=9c1f700cd9e9d6fa0552b95a80ba1e9c" title="Testo Aumentato" rel="nofollow">[A]</a></li><li class="contrasto"><a href="https://step.tsm.tn.it/eventi/la-fotografia-e-il-paesaggio?a=1&size=1&cHash=9c1f700cd9e9d6fa0552b95a80ba1e9c&dark=1" title="Versione Alto contrasto" rel="nofollow">[Dark] </a></li></ul>
<div class="unicoid"> <div class="center"><title>
Eventi

La fotografia e il paesaggio

10 aprile 2014 | 17:30 - 19:30
Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas- Piazza Cesare Battisti- TrentoVedi mappa

La fotografia può consentirci di osservare alcune trasformazioni del territorio, ma se la sappiamo decifrare, costituisce anche la testimonianza del modificarsi delle modalità di lettura e di rappresentazione del paesaggio.

Un'immagine fotografica può assumere nel corso del tempo, per ciascuno di coloro che la osservano e in correlazione con il differenziarsi delle sensibilità e delle visioni del mondo, un valore e un significato del tutto indipendente dalle intenzioni con cui è stata realizzata e dal significato “originario” attribuitole dall'autore. Al contempo analizzare il lavoro dei fotografi che operano in un territorio permette di studiare il paesaggio da un punto di vista culturale, ci aiuta cioè a comprendere quale sia il grado di attenzione, di consapevolezza, di preoccupazione con cui una comunità guarda agli spazi in cui vive e opera e alle loro trasformazioni, quanta sia la propensione a prendersene cura, quali siano le visioni progettuali, in altre parole quali siano le vocazioni che un territorio esprime rispetto al proprio presente e al proprio futuro. «Il paesaggio – ha scritto Eugenio Turri – è il territorio percepito e rappresentato sulla base del nostro sentire, emozionarci, patire, rammemorare, progettare».

L'incontro La fotografia e il paesaggio, che si terrà il prossimo 10 aprile alle ore 17.30 a Trento presso lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, si propone di avviare una riflessione su queste tematiche, a partire da quarantanove immagini di paesaggi trentini contemporanei, realizzate da Paolo Calzà, Piero Cavagna, Giulio Malfer, Floriano Menapace, Matteo Rensi, Paolo Sandri e Gianni Zotta per la Mostra “Paesaggio Trentino Trasformato”. 

La mostra è organizzata dalla sezione trentina di Italia Nostra, in occasione della ricorrenza dei cinquant'anni dalla sua fondazione ed è visitabile nel mese di aprile in piazza Cesare Battisti a TRENTO (inaugurazione venerdì 4 aprile alle ore 18.00 e chiusura domenica 27 aprile). La mostra nasce dalla generosa collaborazione di sette fotografi che, presentando sette immagini ciascuno, propongono altrettanti  punti di vista insoliti sulle modifiche intervenute nell'ambiente naturale, nei centri storici, nelle aree agricole, nei nuovi insediamenti e in seguito alla realizzazione di infrastrutture. Non è un lavoro sistematico e nemmeno un'antologia ragionata, ma offre  spunti preziosi che aiutano a riflettere, anche in modo critico, su come negli ultimi decessi si è modificato il territorio, l'ambiente e il paesaggio. 

 

Introduce e modera Franco de Battaglia

Il paesaggio: percezioni individuali, rappresentazioni sociali e significati
Ugo Morelli, step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio

La fotografia come strumento per l'osservazione e l'interpretazione delle trasformazioni del territorio e delle sue rappresentazioni
Vittorio Curzel, step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio

Con gli occhi dei fotografi. Cenni sulla fortuna fotografica del paesaggio trentino 1839-2013
Floriano Menapace, fotografo

Comunicare il paesaggio
Beppo Toffolon, Italia Nostra, Sezione Trentino